La vera crisi?? Mancanza di valori text

Sicuramente non stiamo vivendo un momento positivo: ogni ambito è investito dalla crisi sembra quasi un vento gelido che, inesorabile, soffia portando via con sé certezze e convinzioni.
Di crisi oggi se ne fa un gran parlare, questo termine è sulla bocca di tutti, e nei momenti più bui riesce persino ad appannare gli orizzonti di noi giovani.
Nonostante la nostra capacità di guardare al futuro con ottimismo, i fatti di tutti i giorni ci disorientano; quei sogni nel cassetto con il passare dei giorni stanno perdendo colore, sono già diventati in bianco e nero… Non possiamo sederci e aspettare, vanno curati perché tornino vividi.
La crisi economica continua ad investire un numero sempre maggiore di famiglie; i genitori cercano con ogni mezzo e in ogni modo di vestire l’amara realtà, risparmiandoci ogni tipo di privazione. Il nostro mondo, infatti, non è cambiato affatto, perché il sabato discoteche e pub sono ancora affollati, nessuno rinuncia alla colazione al bar, né al capo firmato, per non parlare del cellulare, sempre di ultima generazione : quel che importa è apparire. La nostra è la società dell’immagine, e poco importa se dietro le apparenze c’è…il vuoto, un vuoto più eloquente di tante parole, un baratro. E’ lì che quei valori che un tempo davano un senso alla vita e al vivere quotidiano, è lì che affondano i nostri dubbi le nostre incertezze, i nostri timori. E’ questa la crisi che più di quella economica deve farci paura, perché noi giovani rischiamo di perderci, di annegare nella dimensione dell’indifferenza. Le nostre strade sono tanti binari paralleli che si snodano nel tempo e nello spazio: camminiamo l’uno a fianco all’altro senza avvertirne la presenza.
Tanti genitori hanno messo nelle tasche dei loro figli qualche euro in più, nella speranza di riempire quel tempo che avrebbero dovuto dedicare loro: cosa accadrà, adesso che anche quell’illusione di benessere viene meno?
Il segreto forse va ricercato proprio in quella “microsocietà” che è la famiglia, dove ognuno dovrebbe lavorare per il bene di tutti. Soltanto così, mettendo da parte il proprio egoismo si può costruire una società nuova… migliore…più giusta.