rebecca2002

Istituto: Eugenio Montale (VIA PUCCINI 8)

Città: PONTEDERA

Redazione:

CHI SI CELA DIETRO AI PROFILI FALSI?

CHI SI CELA DIETRO AI PROFILI FALSI?
Al giorno d’oggi, a causa dei tanti social network come Facebook, Instagram, Ask, Tinder, è possibile imbattersi e addirittura fare amicizia con sconosciuti. Ma come possiamo essere certi della vera identità di questi individui? Anche noi, senza volerlo, creiamo falsi profili indicando l’età errata solo per potersi iscrivere ad un social; non sono questi i profili che ci spaventano, ma quelli di persone che si presentano come semplici adolescenti e che in realtà non sono che adulti con disturbi che passano la maggior parte del loro tempo libero a guardare foto di ragazzini di quindici anni, inviandogli messaggi e chiedendo loro numeri di telefono e appuntamenti. I ragazzi, ignari dell’identità del presunto ‘coetaneo’ conosciuto su Facebook, accettano l’invito e vanno in contro ad un destino che li segnerà per il resto della vita. I giovani che subiscono traumi come stupro e violenze di vario tipo,non hanno la forza e il coraggio di raccontare tutto ai genitori per paura di essere giudicati e questo li porta a chiudersi, a cadere in depressione e, in certi casi, li porta anche al suicidio. Non dovremo mai fidarci degli sconosciuti, specialmente di quelli che contattiamo su internet, ma se facessimo l’errore di accettare il loro invito e incontrarli, la prima cosa da fare sarebbe quella di denunciare l’accaduto ai genitori e di rivolgersi alle autorità mettendo fine ad una serie di episodi che potrebbero cambiare radicalmente la vita di alcuni ingenui adolescenti.