dybslaugh

Istituto: Leonardo da Vinci (Via Kennedy, 45)

Città: Sapri

Redazione: In primissima pagina

L’insicurezza, la mia paura più grande.

L'insicurezza, la mia paura più grande.
La paura è un'emozione primaria, comune sia al genere umano sia al genere animale. La paura si può ridurre a temere un animale, una cosa, addirittura ad aver paura di un’altra persona. Io, personalmente, ritengo di essere piena di paure, forse anche le più strane e, magari, di non esserne del tutto a conoscenza. Probabilmente, la mia paura più grande è quella di essere dimenticata dagli altri, di essere lasciata da sola, fondamentalmente, che a nessuno importi di me e di ciò che ho da raccontare, che possa non essere la prima scelta di quelle poche persone alle quali voglio veramente ben, per questo motivo tendo ad essere riservata in alcune situazioni che sono costretta ad affrontare. Come detto prima, quest’ultima non è affatto la prima o unica paura che io ho, in alcuni momenti mi capita di essere particolarmente nervosa, riducendomi così a non dare il meglio di me in quello che sto facendo; sono tremendamente spaventata dall’idea di deludere i miei genitori, i quali non fanno altro che ripetermi che lo studio che ora sto conducendo mi servirà per avere un futuro più fiorente di quello che hanno avuto loro ed io, invece, continuo a fare di testa e a non dare il mio massimo in quello che, al momento, si riduce al mio “lavoro”. La mia paura più concreta è sicuramente quella dei volatili, il fatto che in qualsiasi momento possano venirmi incontro e beccarmi mi terrorizza a morte, specialmente se i soggetti in questione sono uccelli dalle grandi dimensioni o galline. Ho paura di quello che gli altri possano pensare di me vedendomi debole per quello che sono, nello sport, ho paura di risultare inadatta per il ruolo che è stato dato dal mio allenatore. Probabilmente sono una persona che, prima di affrontare le proprie paure, deve annientare la propria insicurezza, o possiamo considerare essa stessa come la mia paura più grande?