enrico18

Istituto: Polo della Val Boite (Via Dei Campi 2)

Città: CORTINA D AMPEZZO

Redazione: I FIDUCIOSI

LA MUSICA COME STRUMENTO DI RIBELLIONE

LA MUSICA COME STRUMENTO DI RIBELLIONE
La musica accompagna l'uomo sin dalla sua origine, nell'antichità questa forma d'arte era usata per intrattenimento mentre dal secolo scorso la musica è diventata uno strumento di ribellione,un modo per fuggire dai problemi della quotidianità. In passato ci sono stati numerosi generi che hanno interpretato il sentimento di ribellione come il punk e il rock. Oggigiorno, secondo me, capire il genere "ribelle" risulta molto più complicato. Una cosa è cambiata rispetto al passato: spesso i giovani ascoltano musica in modo solitario. Guardando indietro nel tempo pensiamo subito a questi gruppi di ragazzi punk/rock che cercano di celebrare la loro ribellione in gruppi più o meno grandi. Ora invece i ragazzi ascoltano la musica tramite degli auricolari e spesso non condividono i loro gusti e spesso si ritrovano isolati (musicalmente parlando). Per questo motivo oggi è molto più difficile identificare un genere anti-società poiché molti generi convivono senza quasi mai incontrarsi. Ormai un giovane per considerarsi ribelle non deve ascoltare un particolare tipo di musica ma deve cercare artisti che vengono considerati "non commerciali" cioè musicisti,cantautori che non hanno contratti con case discografiche o che non si vendono a qualche multinazionale a scopi pubblicitari.