vvdavidevv

Istituto: Leonardo da Vinci (Via Possidonea 8)

Città: REGGIO CALABRIA

Redazione: Los Machicos

SIAMO TUTTI NONNA PEPPINA

SIAMO TUTTI NONNA PEPPINA
Il ventisei ottobre 2016 il nostro Paese è colpito da una forte scossa di terremoto capace di stravolgere interi paesini incastonati tra gli splendidi colli del centro Italia. Tra le tante località colpite c'è Fiastra, comune in provincia di Macerata, nelle Marche. Qui vive da sempre la novantacinquenne Giuseppa Fattori(spesso trattata dalla stampa anche con l'appellativo di "Nonna Peppina"). L'anziana donna si trasferisce dalle figlie, lontano da Macerata, città nella quale torna poco dopo sotto sua richiesta alle figlie. Qui viene sistemata in un container, senza acqua, luce e bagno; allora, la famiglia costruisce una piccola casetta in legno di settanta metri quadri in un terreno di loro proprietà e la signora ci si può trasferire già nell'agosto del 2017. La casa supera ogni test utile a determinarne la sicurezza ma non ottiene l'autorizzazione paesaggistica. Da qui inizia l'Odissea di Peppina, una "Ulisse del nostro tempo" vittima di una "Burocrazia Poseidone" capace di allontanare ancor di più dalla normalità la vita di una signora, di novantacinque anni, già distrutta da un terremoto che le ha già tolto tutto, se non la dignità di battersi con vigore per degli ideali che non dovrebbero essere ostacolati da certi cavilli burocratici che spesso chiudono un occhio su casi ben più gravi. Ritengo l'Italia un Paese per tutti, dai più giovani ai più vecchi, ma con il grande difetto di essere uno stato giovane con una mentalità già troppo vecchia, poco preparata per esigenze del genere, e che nessuno vuole davvero rivedere su molti aspetti per poterci rendere un paese adeguato a persone di tutte le classi sociali ed età, perché tutti siamo nonna Peppina ma facciamo in modo che nonna Peppina sia unica.