giuforano

Istituto: CNOS-FAP (Via Giuseppe Verdi 22)

Città: FOSSANO

Redazione: lui e le altre

Usare i social network in modo sano e costruttivo

Usare i social network in modo sano e costruttivo
Sempre più giovani, e non solo, sono utenti giornalieri dei social network: la quasi totalità delle persone che possiede uno smartphone, un pc o un tablet, è di conseguenza iscritta ad almeno un social network, come Facebook, Instagram, Whatsapp o Twitter, per citare i più conosciuti. Ciò sta creando molti problemi, in quanto il web e Internet stanno influenzando sempre di più la vita delle persone che di conseguenza perdono il controllo del loro tempo. La creazione dei social network doveva essere un evento positivo per migliorare e velocizzare la comunicazione tra gli utenti. Ma questo sempre di più sta sfuggendo di mano: si vedono pubblicati video di suicidi, omicidi, pestaggi, atti di bullismo… per non parlare di utenti così tanto “ossessionati” dal web da trascorrere ore e ore al computer. Come si può dunque migliorare la situazione? Esistono delle regole che possano aiutare ad usare il web in modo sano e costruttivo? Una prima soluzione che si può consigliare agli utenti connessi molte ore al giorno è quella di ridurre il tempo dedicato a Internet per impiegarlo in attività sociali più sane, come chiacchierare di persona con gli amici, viaggiare, fare nuove conoscenze… Questo è molto utile per aprire la mente, pensare e riflettere con la propria testa, senza dover seguire quello che fa la maggioranza. L’essere umano è libero e deve anche essere consapevole del suo tempo, di come spenderlo al meglio per diventare un essere pensante a tutti gli effetti. Oltre a ciò, si può suggerire di fare un uso costruttivo dei social network, ovvero cercare informazioni utili, ad esempio per la scuola, per il lavoro, per gli hobby e le passioni, per non rischiare di aprire il web, non sapere cosa cercare e farsi “trascinare” dalle notizie che compaiono. Bisogna dunque avere uno scopo preciso di ricerca, senza il quale si incappa nel primo grande errore: perdere tempo sul web. In conclusione, si può affermare che, come tutti gli oggetti, anche i social network hanno un riscontro positivo e uno negativo: ad esempio permettono agli utenti di chattare in modo istantaneo, rapido e veloce raggiungendo anche persone molto lontane e distanti; ma ciò non deve sfuggire di mano. Il tempo oggi è sopravvalutato, non ci si ferma più a riflettere, si eseguono azioni come automi, “perché tutti fanno così” e questo fa perdere il controllo della vita. Le persone dovrebbero fermarsi un attimo e pensare prima di agire, dovrebbero avere la consapevolezza del tempo. Da ciò deriverebbe un uso sicuramente migliore dei social network.