mattiazg

Istituto: Nani - Boccioni (Via Delle Coste 6)

Città: VERONA

Redazione: The black hole of ink

UN GIOCO DI SQUADRA

UN GIOCO DI SQUADRA
Collaborare. Fondamentale sicuramente nella vita quotidiana in qualsiasi ambito è il gioco, lavoro, di squadra. All'interno del nucleo famigliare, a scuola, nel lavoro e nella società dei giorni d'oggi ; che si trova davanti a grandi problemi e crisi, come quella Italiana che persiste da diversi anni o in campo climatico, i forti cambiamenti a qui bisogna mettere fine. Come ogni cosa il gioco di squadra lo si apprende durante l'infanzia e la giovinezza, e quale posto migliore della scuola 'esiste per apprendere al meglio questo spirito collaborativo. A chi non è mai capitato di dover svolgere un esercizio, lavoro o ricerca insieme ai suoi compagni ? Nonostante i dati mostrano che alunni italiani siano bravi ma incapaci di collaborare tra loro, questo non vuole dire che non continuino a provarci. E poi, se si vuole essere ironici, si ha il vantaggio che peggio di così non si può fare. Probabilmente andrebbero più stimolati gli studenti nel collaborare ma in un Italia che nemmeno ai vertici più alti della politica riesce a raggiungere dei compromessi, come si può criticare degli alunni che sono alle prime armi. Le ore scolastiche in più non sono quasi mai sufficienti a svolgere tutto il programma e se tutto va secondo i piani i professori riescono a fare progetti di gruppo.Andrebbe tenuto conto anche questo. Essere fiduciosi nelle nuove generazioni e investire in queste è fondamentale perché il futuro spetta a loro, e il futuro è il lavoro di squadra più importante che ci sia. Perciò non andrebbe mai smesso di sperimentare e condividere le proprie idee e ciò che si conosce soprattutto finche si è a scuola.