fred99

Istituto: G. Fortunato (Via Giustino Fortunato)

Città: VIBO VALENTIA

Redazione: quotidiano in classe

Città del futuro, soddisferanno le nostre esigenze?

Città del futuro, soddisferanno le nostre esigenze?
Ormai le città sono si sono modernizzate, infatti grazie alla tecnologia, sono più funzionali, efficienti, sane, ma non hanno mai modificato la loro identità. Io penso che la città del futuro, non sarà diversa da quella di oggi ma sarà solo capace di soddisfare e assecondare le esigenze e lo stile di vita dei suoi abitanti, più di quanto lo faccia oggi. Al cuore di questo cambiamento c’è la tecnologia che permetterà la comunicazione tra le nuove forme di condivisione e la società. Infatti, molte novità che ci saranno in futuro, li vediamo già in tv nelle serie tv e nei film di fantascienza al giorno d’oggi. L’esempio che si vede di più in tv sono le auto che vanno ad acqua che esistono e funzionano perfettamente da tempo, saranno la caratteristica principale delle città del futuro. Nel futuro, le serre e gli orti prenderanno il posto dei terreni abbandonati e questa è una cosa positiva perché oggi ci sono tanti terreni abbandonati e incolti che potrebbero essere sfruttati al meglio. La fibra ottica, come oggi sta facendo in molte parti, passerà sotto le nostre case mentre i parcheggi saranno tutti interrati per farci tornare ad apprezzare la vista dei paesaggi e delle prospettive più belle del nostro paese. I comuni italiani che hanno adottato la soluzione dei parcheggi interrati sono numerosi, qualcuno di meno ha scelto i parcheggi sotterranei automatizzati. Il rumore dei clacson e del traffico, grazie alle silenziosissime automobili ibride, non ci saranno più lasciando spazio ai suoni che la natura ci offre. I pannelli solari e la comunicazione wi-fi di televisione e computer è anche presente oggi ma ci sarà anche la novità dei frigoriferi intelligenti che avvisano quando ci sono prodotti in scadenza, dalle lampade illuminate a Led, oppure dai riscaldamenti che si attivano solo in presenza di persone. Tutte queste novità potrebbero assecondare le nostre esigenze però, per me, la tecnologia si svilupperà ancor di più da rendere, queste nuove città del futuro, “vecchie”.