Ciao ragazzi, eccoci con il tredicesimo contest settimanale dell’edizione 2016/2017 de ilquotidianoinclasse.it.

 

Gianluigi Schiavon, per Quotidiano Nazionaleaffronta la questione sessista delle parole declinate al maschile per indicare mestieri e cariche pubbliche.

Qualche giorno fa infatti l’ex capo di Stato Napolitano ha approfittato di una cerimonia pubblica per stuzzicare la Presidente della camera Laura Boldrini sulla questione, dichiarando che nella lingua italiana: “è orribile dire Sindaca e Ministra”

 

Quali possono essere le soluzioni? Napolitano adotta questa tecnica, dice “Signora Presidente”, “Signora Ministro”, “Signora Sindaco”, la Boldrini invece utilizza l’articolo, quindi “La Presidente”.

I linguisti ormai hanno accettato nell’uso comune parole come “architetta” e “avvocata”, ma la questione rimane: c’è conflitto tra il politicamente e il grammaticalmente corretto.

Schiavon vi chiede: orribile dire Sindaca o Ministra, siete d’accordo?

 

Vi chiediamo di esprimere la vostra riflessione sul tema di Quotidiano Nazionale in soli 140 caratteri, utilizzando l’hashtag scelto per questo argomento:

 

 

La nostra giuria di qualità premierà la migliore riflessione con un collaterale messo a disposizione dalle testate partner (come ad esempio libri o dvd).

 

2 Commenti
Natalie
#IlBuonItaliano rispetta le cariche, siano esse rivestite da uomini o da donne: per costruire nuove ideali,rimanendo fieri dell'uguaglianza