Con Expo 2015 abbiamo tutti molto parlato di cibo del futuro, di come cercare di risolvere il problema dell’alimentazione in un mondo dove una piccola minoranza di persone ha troppo da mangiare ed addirittura butta il cibo , rispetto ad una vastissima popolazione che ancora oggi non riesce ad avere un’alimentazione adeguata.
Quindi dobbiamo riflettere se è giusto o meno continuare con le nostre abitudini e tradizioni o aprirci di più verso cibi che sono di culture diverse,come per esempio alcuni tipi di insetti o di alghe.
Io penso che con il tempo ci adegueremo e impareremo a mangiare diversamente da ora. Il problema della carne , cioè l’inquinamento che provocano gli allevamenti bovini ci devono far riflettere su un obbligatorio cambio di abitudini.
Ovviamente non è possibile cercare di sfamare tutto il mondo con la carne e neppure con il pesce, quindi ben vengano le cavallette che sembra siano ottime da un punto di vista nustrizionale.
C’è un altro cambiamento da tener presente nella nostra alimentazione e cioè tutti quei cibi che arrivano dalla globalizzazione. Fino a pochi anni fa erano solo le persone che viaggiavano per il mondo a conoscere cibi particolari, invece ora tutti noi possiamo conoscere nuovi prodotti che in alcuni casi sono anche da un punto di vista nutrizionale migliori dei nostri.
Certamente tutto questo non ci deve però far perdere di vista le nostre tradizioni , il nuovo deve sempre riuscire ad avere uno sguardo sul passato altrimenti tra alcuni decenni spariranno le usanze dei singoli paesi e tutto sarà troppo monotono. L’importante secondo me, è sicuramente trovare un equilibrio tra il nostro mondo e il cosidetto terzo mondo ed evitare che ancora oggi bambini muoiano di fame ,quindi ben vengano le nuove scoperte alimentari se permettono a tutti di poter fare dei pasti quotidiani.

0
1 Comment
  1. ricanews 4 anni ago

    Bellissimo articolo, completo, ricco di spunti interessanti e sicuramente trattato con una certa profondit

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account