Insetti, carne di coccodrillo o zebra, hamburger sintetici: sono questi i nuovi cibi. All’Expo sono stati presentati numerosi nuovi piatti, alcune persone li considerano disgustosi, altre i cibi del futuro.
Alcuni studiosi pensano sia solo un fatto psicologico e che una volta mangiati, non siano inferiori rispetto ai nostri tradizionali cibi; altri temono possano nuocere in qualche modo alla salute.
Però gli insetti rappresentano, da molto tempo, una fonte alimentare in molte aree geografiche.
Basta pensare che esiste un consumo annuo di dieci tonnellate di cavallette in paesi come la Thailandia.
Con la crescita demografica, si pensa che non sia più possibile nutrire la popolazione con i soliti cibi e che bisogna introdurre anche nuovi tipi di carne animale.
Alcune persone pensano che siano più salutari e che abbiano un impatto ambientale minore rispetto alla carne.
Siccome la maggior parte trova difficili mangiarli, una soluzione potrebbe essere di utilizzare le proteine estratte dagli insetti in altri prodotti.
Penso che sia meglio nutrirsi dei cibi coltivati nel nostro orto e prodotti da noi stessi, in questo modo sappiamo con assoluta certezza ciò che stiamo per ingerire.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account