Fin dalla sua nascita l’uomo ha sempre dimostrato di essere capace di cambiare, di rinnovare il suo stile di vita e di espandere i suoi territori. Questo continuo sviluppo ha portato però, con il passare degli anni, a modificare il pianeta e ogni ecosistema per renderlo più favorevole alla modernizzazione, ma a caro prezzo: già altri esseri viventi popolavano il mondo, ovvero gli animali, gli ecosistemi con l’avanzata dell’uomo vengono completamente distrutti ed essi sono costretti a spostarsi e lasciare il loro spazio ideale per vivere, ma molte specie non ce la fanno ad adattarsi e con il passare degli anni spariscono completamente, questa è la causa dell’estinzione di massa di vari animali. Dal 1500 ad oggi sono 875 le specie estinte e ancora 5210 sono a rischio critico non contando le 7781 in pericolo meno grave, inoltre ne esistono altre 11316 che sono vulnerabili. L’uomo è l’unico responsabile di questi avvenimenti che possono diventare una vera e propria catastrofe se non si cercherà di migliorare sotto il punto di vista dello sviluppo sostenibile, che secondo gli scienziati è l’unico modo per salvarci.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account