In America, “causa auricolari” tremila pedoni all’anno sono vittime di incidenti e travolti dalle auto mentre attraversano la strada. Sono tantissime persone, soprattutto giovani sotto i trent’anni e molte volte gli incidenti sono mortali.
Gli auricolari vengono usati un po’ tutti; chi per lavoro, chi per passare il tempo magari ascoltando musica o il commento della partita di calcio.
Il problema nasce da come si usano gli auricolari, il più delle volte il volume è alto e questo impedisce di sentire i rumori esterni, le altre persone o le auto; ma soprattutto toglie l’ attenzione e isola dal mondo.
I pedoni sono talmente assorti nei loro pensieri che non fanno attenzione nell’attraversare la strada. Questo è un grosso pericolo per loro ma anche per gli automobilisti che all’improvviso se li trovano davanti e non riuscendo a frenare in tempo vengono investiti con il rischio di morire.
Dal 1993 in Italia, è vietato l’uso di auricolari in bicicletta, in auto, in moto, ma per i pedoni non c’è nessun divieto.
Se occorre una legge sull’uso degli auricolari o basta il buon senso è difficile dirlo.
I pedoni dovrebbero rendersi conto del pericolo che provocano a se stessi e agli automobilisti nell’attraversare la strada con le cuffiette e non prestare attenzione; una legge o le multe servirebbero a poco, le persone prima di attraversare dovrebbero togliersi le cuffiette e guardare due volte.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account