Notizia: la tecnologia ha ucciso dei ragazzi. Queste parole, lette così, potrebbero sembrare un qualcosa d’ironico, ma non lo sono. Il progredire della tecnologia ha portato dei vantaggi, tipo: fare delle ricerche o studi, senza impiegarci molto tempo e avere tutto a portata di click. D’altro canto, il suo avvento non sempre ha avuto esiti positivi: basta pensare alle numerose cene trascorse a dialogare con lo schermo di un cellulare. Oltre ai motivi citati finora, la tecnologia ha recato danni più gravi e irreversibili. Per strada, incontriamo molti ragazzi muniti di auricolari, i quali sono immersi nel loro mondo e, quando ritornano nella realtà, si ritrovano a giacere sull’asfalto. La musica è per tutti motivo di riflessione, rilassamento e piacere, ma ascoltarla mentre siamo sulle strisce pedonali, ci fa rischiare molto. Sin da bambini ci hanno insegnato le norme da applicare nel momento in cui attraversiamo la strada, ma talvolta sembra l’avessimo dimenticate. Non bisogna cullarsi e pensare che essendo sulle strisce pedonali, nessuno potrà farci del male. Per tale motivo, anche guardando in entrambe le direzioni, gli auricolari ci impediscono di udire il rumore di un motore che si sta avvicinando. Per una cosa così futile, si rischia di perdere la vita. In Italia, è vietato indossare le cuffie in bicicletta e automobile, ma questa norma non vale per i pedoni, i quali sono esposti ad un rischio maggiore. Sarebbe quindi necessario emanare una legge a tal riguardo, al fine di scongiurare l’avvenimento di incidenti. Però, aldilà di qualsiasi legge, ognuno di noi dovrebbe usare il buon senso e tutelarsi: dobbiamo essere noi, in primis, a proteggere le nostre vite. Riguardo alla notizia dell’introduzione: la tecnologia può uccidere, soltanto se siamo noi a permetterglielo.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account