Forse sarò in controtendenza, ma non usi le auricolari, non vado in giro con le cuffiette, perché quando cammino mi piace guardare dove vado, cosa c’è intorno, ascoltare i suoni e i rumori che mi circondano. Ma non è questo che interessa, che interessa è l’uso adeguato degli strumenti tecnologici. Credo che più che i pedoni debbano essere multati gli automobilisti che spesso e volentieri si vedono non con le auricolari, ma con il telefonino in mano attenti a messaggiare, telefonare e quant’altro. Dov’è la polizia stradale, dove sono le verifiche per questi automobilisti indisciplinati? Io ne vedo i in giro ben pochi di controlli, ma vedo tanti disubbidienti del codice stradale. Io quando sono in strada sto attento, quando attraverso la strada guardo di qua e di là, passo sulle strisce e se ho dei dubbi sto fermo. Ma chi guida spesso non guarda la strada, ma il suo cellulare, mi capita di vedere gente che nemmeno mi vede perché intenta ad usare il proprio telefono. Quante volte i telegiornali ci mostrano immagini di autisti di bus o di camion che controllano il proprio automezzo con una mano e con l’altra tengono il cellulare? Ecco starei molto più vigile ed attento a queste persone . Ovvio che anche i pedoni devono essere coscienziosi e attenti, non farsi deviare dai telefonini o da altro, insomma prudenza e attenzione in strada vale per tutti.

0
1 Comment
  1. ricanews 4 anni ago

    Buono il tuo articolo, espresso in modo chiaro e scorrevole. Il titolo da te utilizzato esprime e introduce bene il concetto che hai sviluppato nel testo. Purtroppo concordo che troppo spesso le infrazioni commesse dagli automobilisti sono tantissime e molto pochi i controlli.

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account