dagli anni 90 fino ad ora e molto probabilmente anche in futuro,gli auricolari o comunemente chiamate “cuffiette”, hanno fatto,fanno e faranno sempre più parte della nostra vita com’è giusto che sia dato che anche la tecnologia sta progredendo e noi con lei.
Il fatto che in Italia e nel resto del mondo, ci siano sempre più incidenti stradali causati dalla tecnologia è veramente impressionante.
Ultimamente si sono verificati molti incidenti anche per colpa degli auricolari, che di per sé sono oggetti innocui che se usati a casa o comunque in luoghi sicuri non si va incontro a nessun pericolo. Ma il fatto è sappiamo distinguere dove possiamo essere al sicuro dai pericoli? A casa, i pericoli sono minori, dato che essendo casa nostra la conosciamo,e anche se avessimo il senso dell’udito inebriato dalla nostra musica preferita,non andremo incontro a pericoli molto gravi,ma comunque prestando molta attenzione a ciò che si fa.
All’esterno invece? Possiamo essere sicuri di dove ci muoviamo? E anche se conoscessimo a memoria il tragitto da scuola a casa, e quindi non ci fosse bisogno di particolare ATTENZIONE, perciò si potrebbe benissimo percorrere la strada con gli auricolari, ma chi ci dice che non possa spuntare da un momento all’altro una macchia facendo scoppiare una tragedia?
Quindi penso che non servano molte leggi per evitare incidenti stradali causati dagli auricolari, perché purtroppo la verità è questa che pochissime persone le rispetterebbero, dato che tutte le altre persone
la sottovaluterebbero pensando che un incidente non possa mai capitare a loro. Infine penso che sia il buon senso delle persone a far evitare queste catastrofi.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account