Nonostante io ascolti poco la musica e usi quindi poco gli auricolari per strada, anche io ogni tanto ne usufruisco per andare a scuola o ad allenamento, soprattutto mentre sono in attesa alla fermata del pullman, ad allenamento e così via.
In questo secolo si è sviluppato ancor più l’utilizzo di cuffie e Ipod, strumenti che possiedono due su tre ragazzi della mia età. La musica fa sicuramente compagnia e può far rilassare, ma può anche causare incidenti gravi, come sta accadendo ultimamente, sia tra automobili sia tra pedoni e veicoli di trasporto.
Dovrebbe essere per tutti scontato che in strada si deve mantenere sempre la massima attenzione, sia se si è in giro con amici sia se si è in giro da soli, ma a maggior ragione bisognerebbe avere la consapevolezza che le distrazioni possono aumentare a causa del telefonino oppure degli auricolari.
In teoria basterebbe un po’ di buon senso per non provocare incidenti a causa degli oggetti elettronici oppure basterebbe capire che non si deve attraversare la strada (rosso o verde che sia) se si è concentrati su questi, perché basta un secondo per fare una brutta fine.
Poiché non tutti però sono attenti e hanno buon senso per strada, per evitare rischi dovrebbero essere promulgate delle leggi mirate a punire comportamenti che mettono in serio pericolo la vita propria o altrui. D’altra parte in una società in cui avvengono già gravi incidenti per colpa di persone inconscienti o irresponsabili, è davvero assurdo che si diffondano anche incidenti legati all’uso scorretto di ipod, smartphone e altri apparecchi elettronici.

0
Commenti
  1. mikyreporter 5 anni ago

    Il tuo articolo

  2. miristella 5 anni ago

    Ciao, scarci 00. Il tuo articolo

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account