Se qualcuno dicesse che usare gli auricolari nella strada, che sia alla guida di qualche mezzo, pubblico o privato, o anche semplicemente a piedi, non è assolutamente pericoloso, non c’è dubbio che la sua opinione verrebbe ritenuta errata.
Per chi è alla guida sono già state create leggi, giustamente. Perché se anche si sta usando “solo una bici” si dovrebbe stare nella strada, sull’asfalto, e con un mezzo in cui non è semplice vedere agevolmente alle proprie spalle, quindi capire quando potrebbero esserci altri veicoli dietro, a partire da quelli di soccorso.
Diversa è la situazione quando invece si parla dei pedoni. Certo, poter sentire i rumori che provengono dalla realtà che ci circonda non sarebbe negativo, ma non è nemmeno così strettamente indispensabile.
A volte ci si isola fin troppo (o meglio, ci si immedesima in quello che le nostre orecchie percepiscono) e capita anche di vedere persone che cantano mentre camminano, soprattutto i giovani.
Riceviamo “input” da fonti che non c’entrano nulla con quelle a cui dovremmo prestare attenzione, e in questo senso si potrebbe dire che la musica può solamente costituire un ulteriore distrazione.
Ma in fondo basta veramente un po’ di buon senso, o meglio l’attenzione. Basta guardare prima di attraversare la strada, e gran parte dei problemi sarebbe già risolta.
Anche perché una legge ormai sui sa quanto costa in Italia, per usare il buonsenso basta meno di un minuto quando si esce di casa e si accende la musica.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account