L’albero è un essere vivente che concorre alla regolazione del clima, alla produzione di materiali utili alle altre specie e al mantenimento della biodiversità dell’ecosistema. Nell’arco della sua vita, un albero assorbe in media 10 kg di anidride carbonica, contribuendo così, sia alla trasformazione di questa in ossigeno, sia alla riduzione dell’inquinamento atmosferico.

L’inquinamento delle grandi città è un problema estremamente serio che necessita di soluzioni immediate e di regole ferree. In primis, occorrerebbe evitare di spianare i pochi spazi verdi urbani per costruire e cementificare; rivalutare i giardini e i parchi e piantare tanti alberi quanti lo spazio a disposizione permette.

L’albero è un mezzo di fondamentale importanza per la mitigazione dell’ambiente urbano, proprio per la sua funzione anti-smog che purifica l’aria che respiriamo.
Gli alberi devono essere presenti nelle città per almeno 4 motivi:

• L’apporto di ossigeno prodotto e l’eliminazione di anidride carbonica. essi, infatti, rendono il clima cittadino più fresco attraverso l’evapotraspirazione che avviene nelle foglie e riducono le isole di calore cittadine che rendono, soprattutto d’estate, le grandi città invivibili.

• La rimozione di smog e polveri sottili, responsabili di numerosi problemi di salute quali asma, malattie dell’apparato respiratorio, cancro della pelle e malattie legate allo stress.

• Contribuiscono alla biodiversità e alla salvaguardia degli ecosistemi in città, donando riparo a una numerosa varietà di specie viventi.

• Gli alberi ben curati, una volta cresciuti, obbligano l’occhio ad andare verso il cielo e quindi elevano verso l’altro la quotidianità terrena fatta di pensieri e preoccupazioni.

Gli alberi, attraverso la traspirazione delle foglie, hanno la capacità di ridurre la temperatura dell’aria e contribuiscono quindi a creare un’importante isola termica, dove la temperatura si abbassa, rallentando la formazione di ozono. Inoltre, costituiscono anche un importante filtro perché sono in grado di rimuovere dall’atmosfera, attraverso le foglie, le particelle ultrasottili, pericolose per le vie respiratorie.

In molte città costiere, inoltre, gli alberi sono maggiormente collocati vicino al mare e con le loro solide radici, fungono da base forte e ferma per la strada e da barriera contro frane o nubifragi.

Capita spesso di vedere, passeggiando per le strade di una città, alberi secolari, dal fusto enorme e dalla chioma imponente; essi sono da considerare un tesoro inestimabile per la popolazione e per la vita del luogo. È difficile stimare la quantità di alberi secolari e monumentali presenti in ogni città d’Italia, ma se venissero più frequentemente effettuati dei censimenti, sarebbe sicuramente più semplice avere delle cifre più attendibili. Gli alberi monumentali, come dice la parola stessa, sono delle vere e proprie opere d’arte della natura, che, oltre a donare vita alla città, rappresentano delle bellezze ineguagliabili da qualsiasi opera umana.

“Fate come gli alberi: cambiate le foglie e conservate le radici. Quindi, cambiate le vostre idee ma conservate i vostri principi.” (Victor Hugo)

0
1 Comment
  1. martinamaida 5 anni ago

    Il tuo articolo

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account