Al giorno d’ oggi, sul web e in particolar modo sui social, vengono spesso diffusi articoli su argomenti che, all’ apparenza, potrebbero sembrare assolutamente esclusivi e molto interessanti. Peccato, però, che molte volte si tratti semplicemente di “bufale”, cioè notizie create semplicemente per fare scalpore e soprattutto per incrementare le visite dei siti che le pubblicano. Queste notizie, a volte, possono essere davvero virali, fino ad arrivare a creare tantissimi pettegolezzi inutili che portano scompiglio sui vari social, per poi scoprire che si trattava solamente di una grande presa in giro. Secondo la mia opinione, per difendersi dalle bufale, bisogna innanzi tutto leggere le notizie attentamente, per capire se ciò che c’è scritto è basato su informazioni certe o inventate; in seguito ci si può documentare da fonti attendibili, come giornali e siti veritieri, e infine si potrebbe anche dare un’ occhiata ai diversi siti anti-bufale che ci sono sul web, in modo da non avere più nessun dubbio. Ovviamente, oltre che fare tutto ciò, si potrebbe andare anche un po’ per intuito, perché a volte le notizie vengono diffuse senza essere state appurate da nessuno: basti ricordare la recente bufala, secondo la quale Papa Francesco sia stato colpito da un tumore benigno al cervello.

0
Commenti
  1. carissi97 4 anni ago

    Condivido la tua opinione. Per difenderci da queste “bufale” dobbiamo, come dicevi, leggere attentamente ci

  2. kosmos25 4 anni ago

    Condivido pienamente con ci

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account