Chi non ha mai ricevuto per e-mail, sui social network o semplicemente navigando in rete un appello medico, un appello contro virus informatici o e-mail informative su servizi gratuiti che diventano improvvisamente a pagamento? Queste bufale a volte possono ingannare il pubblico, presentando per reale qualcosa di falso. Di finte notizie, quelle create ad arte o generate, è pieno il mondo e, ovviamente, anche Internet. Le bufale in Rete viaggiano alla velocità della luce e, spesso, vengono prese talmente sul serio che sembrano notizie reali.Ma l’origine delle bufale online talvolta, come le migliori leggende, ha un fondo di verità. Altre volte è solo frutto di iniziativa personale. Vi sono bufale nuove che nascono ogni giorno, e ci sono quelle che crediamo vecchie e datate. Come facciamo a verificare se un appello corrisponde a realtà o trattasi di Bufala online? Esistono delle regole antibufala da seguire avere un buon senso, verificare per bene la fonte del messaggio (indicazioni di numeri id telefono e cercare su internet con Google, non dare retta quando vedete “è vero”.Perchè nascono e si diffondono con facilità queste notizie? A volte sono errori di interpretazioni.Le bufale rispecchiano una paura di cui spesso non si ha voglia di esprimere direttamente. Quindi, quando si vedono su internet molte bufale, non si deve guardare e soprattutto non si deve dare retta, ma verificare sempre!

0
1 Comment
  1. Osservatore 6 anni ago

    Ciao, ci siamo resi conto che il tuo post

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account