La violenza in famiglia esiste da sempre e può essere di natura fisica oppure psicologica. Purtroppo ai giorni nostri è in grande aumento, spesso gli uomini usano violenza sulle proprie mogli o compagne perché sono gelosi, oppure ritengono che le donne siano come si pensava una volta, cioè persone che dovevano semplicemente curare il proprio uomo, i propri figli e la casa. Spesso le donne vengono costrette a stare in casa e a vestirsi secondo i desideri del proprio compagno altrimenti sono soggette a violenze fisiche, a volte anche in presenza dei propri figli oppure vengono insultate e demigrate agli occhi dei parenti, facendone così subire gravi contraccolpi psicologici.
Le violenze avvengono anche per gravi problemi sociali e questo riguarda sia padri che madri e sono ľabuso di alcool, droga, perdita del lavoro e separazioni. Queste persone perdono completamente la ragione e si scagliano sugli individui della propria famiglia, senza rendersi conto che sono degli innocenti. I figli spesso sono spettatori di queste violenze, ma a volte sono anch’essi ritenuti responsabili di qualsiasi problema e puniti in maniera crudele. Se io fossi a conoscenza di un amico che subisce violenza nella propria famiglia, gli consiglierei per prima cosa, di confidarsi con persone che lo possono aiutare come le insegnanti delle scuole, le assistenti sociali o ai vari centri, che si occupano di queste cose. Sono consapevole, infatti, che sia difficile andare a denunciare i propri genitori direttamente alle forze dell’ordine ed è meglio recarsi in diversi centri, che ti danno la possibilità di essere aiutato sia a livello psicologico che legale. Se questo mio amico avesse bisogno di qualsiasi cosa, esporrei il problema ai miei genitori perché sono sicuro che gli dareberro dei buoni consigli su come comportarsi e lo aiuterebbero, nel duro percorso che lo aspetta.
Il mio pensiero e il mio consiglio è che sia indispensabile denunciare, anziché tacere o sperare in un miglioramento.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account