Io dico per certo che non posso definirmi ottimista riguardo al mio futuro del lavoro, purtroppo la situazione non fa che peggiorare, infondo non basta che il numero delle persone occupate sia un po’ più alto di quello delle persone che hanno perso il lavoro, perché questo numero deve essere molto ma molto più alto rispetto al secondo! Il primo articolo della Costituzione italiana dice che la nostra Repubblica è fondata sul lavoro e proprio per questo i problemi che oggi lo riguardano dovrebbero essere considerati molto di più dalle persone che si trovano al potere. Io non sono ottimista perché purtroppo il nostro governo non affronta bene queste situazioni, la società è in crisi e inoltre abbiamo una classe imprenditoriale che preferisce fare soldi facili facendo lavorare i paesi asiatici ai quali può dare uno stipendio bassissimo. Così i giovani del nostro paese non hanno lavoro e la maggioranza è costretta ad andare a vivere in un altro paese perché qui non c’è lavoro mentre intanto ci sono ancora persone anziane ai quali l’età della pensione viene sempre aumentata, questa cosa è assolutamente inaccettabile! Spero comunque che la situazione si ristabilisca al più presto anche se ne dubito.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account