Come studiato, il governo della Germania fece costruire un muro, poco prima della fine della seconda guerra mondiale, che dividesse gli abitanti della Germania est e quelli di Berlino ovest; Si trattava di un ”muro di protezione antifascista”. Il muro divise per 28 anni la città, fino al giorno in cui il governo tedesco decretò l’apertura delle frontiere.
Tra Berlino Ovest e Berlino est la frontiera era fortificata da due muri paralleli di cemento armato. In molti avevano provato a oltrepassare questo muro per poter rivedere la propria famiglia, amici e persone care, ma fu un tentativo inutile: venivano uccise o catturate mentre tentavano di superarlo. Ci furono più di 200 morti, infatti si decise in seguito di costruire un secondo muro , con un filo spinato chiamato ”striscia della morte”, perché il primo non era abbastanza ”resistente”.
In seguito fecero un’ accordo il 9 novembre 1989, e permisero delle visite dall’altra parte. Dopo l’ annuncio ufficiale tutti riuscirono a oltrepassare il muro il quale fu poco per volta demolito.
Secondo me non era giusto dividere le persone o sparargli solo perché volevano andare a trovare la loro famiglia e per colpa di questo muro non potevano, posso immaginare il dolore che provavano. Non ha avuto alcun senso, secondo me, uccidere tutte quelle persone.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account