Inizio col spiegare il significato che ho dato al titolo di questo mio testo.
Penso che al mondo ogni persona abbia dovuto sopportare sulla propria pelle un dolore, non necessariamente fisico, ma che al solo pensiero la fa stare male. Il dolore sarà per sempre, ovviamente, ma perchè per sempre, quando invece noi persone abbiamo una fine.
Io, ho dovuto sopportare da 5 anni fino ad oggi la mancanza di mia madre al mio fianco;
certo la rivedrò perchè si è solo trasferita per lavoro, ma sapere che per altri 3 anni, (fino a quando io non avrò 18 anni) non potrò abbracciarla, parlargli o solamente stargli accanto certamente mi fa stare male.
Ci sentiamo spesso per messaggio, ci mandiamo foto a vicenda e ci raccontiamo le nostre giornate; per ora mi accontento di questo.

Ancora non ho tatuaggi sulla mia pelle, ma ho in programma sicuramente di farne alcuni, uno di questi che rappresenta la mia mamma, questo periodo in cui non la vedo vorrei con qualche scritta o disegno tatuarmelo così da farlo rimanere su di me.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account