Potrebbe essere un pensiero folle per molti che “vivono” di internet, ma allo stesso tempo un piacevole ritorno al passato per chi è affezionato ai vecchi metodi, carta e penna. Certo, scrivere una lettera in vecchio stile da più emozioni ma allo stesso tempo è più “scomoda” di una veloce e pratica mail. Da alcuni anni, si organizza una giornata in cui ci si deve impegnare a staccarsi dalla tecnologia, la “#LifeTherapyDay”, promossa anche dai 44 più importanti personaggi di internet e di YouTube, un giorno dedicato a noi stessi senza ricorrere alla comodità di internet per risolvere i nostri problemi quotidiani, cercando per almeno 24 ore di rimanere con i piedi per terra. Ogni partecipante ha girato un video per testimoniare il suo impegno, pubblicandolo sul web il giorno seguente e ottenendo più di 5 milioni di visualizzazioni. A promuovere per prima questa iniziativa sono stati gli youtubers Leonardo Decarli, Federico Clapis, Zoda e Favij, a pochi giorni dall’uscita del loro film “Game Therapy”. Non c’è nulla di male nel seguire la tecnologia, d’altronde la quotidianità dell’uomo gira attorno a questo e ormai non può più farne a meno, ma penso che sia molto importante rivivere i vecchi tempi, in cui ci si sporcava le mani di inchiostro e, alle volte, ci si tagliava le dita con i fogli, ricordando l’importanza della più grande scoperta dell’antichità: la scrittura.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account