Come Raymond Tomlinson ricorda, la e-mail, la chiocciola, che lui stesso ha inventato, gli sms e tutti gli strumenti tecnologici, hanno favorito enormemente la comunicazione tra le persone.
Con il passare degli anni, queste nuove invenzioni hanno sempre più sostituito penna e il foglio di carta, ma soprattutto, il corsivo, che da alcuni sondaggi realizzati negli Stati Uniti, non viene più insegnato dai genitori ai bambini più piccoli.
Da questo sondaggio si nota anche i più piccoli sono più bravi a usare il tablet che a scrivere in corsivo o con la penna.
Secondo me, Raymond Tomlinson ha inventato una cosa molto utile, ovvero la chiocciola e quindi la possibilità di indirizzare i messaggi; la comunicazione digitale però non deve sostituire la penna, perché si è vero che ai giorni nostri le persone utilizzano tutti i file o gli archivi in formato digitale, è vero anche che il corsivo non deve andare perso dato che quando bisogna scrivere su un foglio di carta molto spesso si usa il corsivo.
Marco Bianchi 3°ETU

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account