Ormai tutti usano i messaggi e le e-mail, persino quelli che non erano abituati a farlo, coloro che comunicavano scrivendo di proprio pugno le lettere.
Riusciremmo a stare senza comunicare attraverso il web? Non credo proprio. La messaggistica online è diventata ormai qualcosa di insostituibile.
Come di De Benedetti nel suo libro “La situazione è grammatica”, a causa degli autocorrettori dei nostri device, molte persone non si accorgono e di conseguenza non correggono i loro errori, perché non si pongono il problema dato che il telefono li corregge automaticamente.
Sicuramente tutto ciò non giova all’italiano delle persone.
Dal punto di vista utilitaristico le e-mail e i messaggi telefonici sono assai per una comunicazione istantanea e veloce; le lettere invece impiegano giorni per arrivare e sicuramente non si può intraprendere una conversazione che altrimenti durerebbe settimana.
Però non si può negare il fatto che le lettere siano più affascinanti, scritte a mano, dove le emozioni traboccano dalle parole.
Per esempio, penso che sia meglio esprimere le proprie emozioni per una persona attraverso una lettera anziché per messaggio, dove non si riuscirebbero ad esprimere al meglio i propri pensieri. Gli SMS e e le mail sono ormai usati da tutti quanti, poiché permettono di comunicare in maniera veloce con altre persone sparse in tutto il mondo. Senza dubbio Tomlinson è riuscito nel suo intento di migliorare le comunicazioni e, nonostante tutti i possessori di un telefono ci stiano attaccati più del dovuto, questi servizi ci hanno reso più semplice la vita. Ma siamo davvero sicuri di preferirei la comodità a discapito del nostro italiano?

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account