Ma che cos’è il diritto all’oblio? Il diritto all’oblio è il diritto di un individuo ad essere dimenticato per un passato che è stato oggetto di cronaca. Quando ci troviamo di fronte ad un delitto, o a qualsiasi altro crimine, è importante che le persone sappiano quanto accaduto. In passato questa trasmissione di notizie avveniva attraverso i giornali che però, con il passare del tempo, venivano archiviati e successivamente recuperati a fini giudiziari.
Con lo sviluppo tecnologico queste notizie vengono oggi trasmesse attraverso il computer; ovviamente sul web il discorso è più complicato.
Un passato che può risultare sconveniente può ripresentarsi in qualsiasi momento anche a distanza di molti anni. A questo proposito, nel 2014, la Corte di Giustizia dell’Unione Europea ha imposto al motore di ricerca Google di cancellare tutte le notizie che riguardavano il passato di un individuo, qualora questo venisse richiesto. Questo ha però causato una reazione da parte di coloro che ritengono inopportuno eliminare la verità e il passato di un individuo. Secondo me è invece giusto che una persona abbia la possibilità e il diritto di rifarsi una vita senza l’ombra del suo passato e senza essere etichettato per ciò che ha commesso nella sua vita.

0
Commenti
  1. gruppo44f 4 anni ago

    Un buon articolo di cronoca. Hai analizzato il concetto di diritto all’oblio solo alla fine e credo che l’hai fatto solo considerando informazioni che infaghino l’immagine di una persona. Molti individui, per

  2. nicotiri 4 anni ago

    Si sono d’accordo, ognuno deve avere la possibilit

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account