Uno dei metodi più crudeli per punire è l’uso dell’acido. Ogni anno soprattutto donne giovani dell’Asia meridionale diventano vittime d’acido. I colpevoli sono spesso uomini che lanciano questa sostanza corrosiva sul loro corpo. Le conseguenze sono gravi poiché la pelle è danneggiata e brutte cicatrici si formano che restano per tutta la vita. Le donne sfigurate dall’acido si vergognano e si nascondono spesso a casa perché hanno paura di essere derise. Spesso soffrono di depressioni o ansia. Il motivo degli uomini per commettere questi delitti è secondo me il senso del possesso e il delirio di onnipotenza. In paesi come Pakistan, Bangladesh, India, Afghanistan gli uomini sono superiori alle donne e dicono loro che cosa devono fare o pensare e che cosa no. Mi sembra che le donne siano trattate non come una personalità ma come un oggetto che deve solo ubbidire. Quando una donna pensa autonomamente o prende le proprie decisioni, gli uomini la puniscono poiché non ha ubbidito. Ritengo che il senso del possesso sia così grande che gli uomini non hanno paura di niente. Un altro motivo può essere il delirio di onnipotenza. I maschi pensano di possedere le donne e non accettano le loro opinioni. L’esempio di una ragazza di quindici anni in India dimostra il delirio di onnipotenza. Un ragazzo di 24 anni le ha gettato l’acido sul viso perché ha rifiutato le sue offerte d’amore. Come lei, 215 donne in India sono state sfregiate con l’acido nel 2015. Sono dell’opinione che non debbano più succedere tali delitti che distruggono la vita delle vittime. Secondo me possiamo fermare questa follia se proviamo a proteggere le donne e dimostriamo che ognuno è uguale e ha le sue opinioni.

1 Comment
  1. elebyele2 7 anni ago

    Gli uomini con l’acido hanno sfigurato non solo i volti, ma anche le vite di queste ragazze. Ma le donne sanno essere forti, non tutte si fanno piegare e sono sicura che l’unica soluzione sia l’autodifesa perch

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2022 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account