Molte donne sono vittime dell’aggressione con l’acido.
Donne provenienti da tutto il mondo sfigurate, maltrattate e perfino violentate.
L’aggressione con acido, conosciuta anche come “vitriolage”, è quella forma di violenza premeditata consistente nel gettare una sostanza corrosiva sul corpo di un’altra persona con l’intento di sfigurarla, mutilarla, torturarla o ucciderla.
Uno dei casi più recenti è quello di Lucia Annibali, avvocatessa e vittima del suo ex fidanzato e mandante dell’aggressione.
La donna da molto tempo subiva intrusioni in casa ed era perseguitata dal uomo che non voleva porre fine alla loro storia, quando si decise di denunciarlo assoldò qualcuno che gli gettò dell’acido in viso, sfigurandola.
Lucia ormai colpita e rovinata non si arrende ed affronta a testa alta l’avvenuta aggressione.
Da lì cominciò il suo calvario tra operazioni e interventi per ridarle un volto ormai sfigurato.
l decorso in ospedale è lungo e doloroso. Dapprima la pelle le viene ripulita dagli strati morti e poi ricostruita attraverso degli innesti. Delle maschere speciali l’aiutano a riposizionare i contorni e rendere i tratti più lineari. Lucia è anche riuscita a recuperare la vista dopo la paura di averla persa per sempre poiché l’acido le aveva sporcato le cornee.
Con una tenacia da lasciare basiti vive le cure con ironia e, quando si vede per la prima volta allo specchio con i suoi nuovi connotati, pensa a quale taglio di capelli le starebbe meglio. Famigliari e staff medico capiscono di essere di fronte a una vera forza della natura: «È già li fuori ad aspettarmi, il futuro. Credo che mi riconoscerà anche se ho una faccia nuova».
La sua storia ha colpito tutti per la sua tenacia e la sua voglia di vivere.
Oggi la donna ha scritto un libro “Io ci sono. La mia storia di non amore”, dove racconta la sua crudele esperienza.
Questa donna è un vero e proprio simbolo, con la sua storia incoraggia tutte le altre vittime di queste aggressioni, aiutandole a reagire e a non subire in silenzio.

0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2023 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account