Ultimamente, si sente sempre più parlare di violenza sulle donne. La violenza maschile sulle donne assume molteplici forme e modalità e coinvolge sia la parte fisica che psicologica della vittima. Il numero delle vittime di violenza solo nel 2014 è stato di 130 e ogni anno aumenta sempre di più. L’autore di questi atti è nel maggior numero dei casi il marito, l’ex o il convivente e la causa scatenante è principalmente la gelosia. Toccante è la storia di Valentina Pitzalis, una ragazza che un giorno si risveglia in un letto d’ospedale senza più un volto, con una mano amputata e l’altra completamente ustionata. L’ex marito le ha buttato addosso una bottiglia di cherosene e poi le ha dato fuoco con un accendino. Valentina lo ha perdonato nonostante lui abbia fatto una cosa mostruosa, rovinandole la vita. Oggi, l’unico sogno di Valentina è quello di tornare ad essere autosufficiente. È una storia che provoca tanta rabbia e tristezza nel cuore di ognuno di noi se si pensa che Valentina, come tante altre donne, ha visto il sole spegnersi nella più splendente età della sua vita. È qualcosa di imperdonabile e si deve ammirare il coraggio che Valentina ha avuto nel perdonarlo. Io, personalmente, condannerei chiunque commettesse un atto del genere perché una donna è l’essere più prezioso che possa esistere sulla terra: così difficilmente complessa, così perfetta nelle sue imperfezioni, capace di dare la vita e di amare incondizionatamente. Uomini, amate le donne e rispettatele, che siano al vostro fianco o meno, che siano vostre oppure no, perché come diceva Shakespeare “La donna uscì dalla costola dell’uomo, non dai piedi per essere calpestata, non dalla testa per essere superiore, ma dal lato per essere uguale, da sotto il braccio per essere protetta, accanto al cuore per essere amata.”

0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2022 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account