Ma è possibile che ancora nel ventunesimo secolo succedano questi fatti terribili? La risposta è più che ovvia: nonostante il progresso e lo sviluppo, la natura dell’uomo rimane sempre tale e quale. Le donne sin dall’antichità non hanno mai avuto la libertà di vivere secondo la loro volontà, sono sempre state sottomesse a quella degli uomini. Ciò che li spinge a commettere questi atti di violenza, come sfregiarle con l’acido, è pura paura. L’uomo, infatti, teme il sesso opposto perchè è consapevole delle sue potenzialità e della sua superiorità. Questo è l’esatto motivo per cui hanno sempre fatto in modo di tenerle nascoste, di proibire loro ogni forma di libertà. L’uomo, pertanto, punta sull’unica abilità che possiede rispetto alla donna: la forza. “Quando non si hanno le capacità di dialogare e di discutere, si passa alla violenza”, così ragionano gli uomini e così agiscono e non penso che col tempo muterà il loro comportamento. IL mio pensiero, purtroppo, è negativo e magari anche pessimista, ma sostengo che la mente umana rimarrà sempre la stessa, pertanto sentiremo ancora parlare di queste atrocità ancora per molto.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2021 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account