Formare le nuove generazioni, si ma come?
E’ elementare dire che le nuove generazioni per formarsi abbiano bisogno di almeno un istruzione basica ed obbligatoria che si conclude al compimento del sedicesimo anno di età.
Ogni anno lo Stato investe milioni sull’istruzione : semplicemente è l’investimento statale più importante per una nazione, ma ancora c’è molto da lavorare. Perché nonostante tutti i soldi spesi la scuola continua a perdere molti potenziali elementi precocemente?
Per risolvere un problema bisogna partire dalla radice: gli studenti. Molti lasciano la scuola perché non trovano in essa un metodo di intrattenimento istruttivo abbastanza efficace da convincere i ragazzi a crearsi un futuro studiando. Questo a volte perché magari gli insegnanti non capiscono i veri bisogni dello studente svolgendo dunque un lavoro sbagliato, magari non spiegando la propria materia nel modo giusto. Cosa serve dunque per formare le nuove generazioni? La risposta è semplice : Intrattenimento. Bisogna rendere la scuola un posto non visto come un cimitero, ma bensì come un luogo di incontro per gli studenti e di apprensione divertendosi. Perché dunque non utilizzare altri metodi di spiegazione facendo divertire gli alunni e spiegando allo stesso tempo? Non credo sia poi così tanto difficile!

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account