Le persone studiano, crescono, inseguono il proprio sogno, per dare un senso alla propria vita, al proprio passaggio su questa terra, perché altrimenti si avrebbe la sensazione di non aver mai vissuto.
Ci cono persone che si arrendono, che decidono di vivere una vita “comune”, studiando, cercando un lavoro, mettendo su famiglia, prendendo la pensione e morendo senza aver fatto niente di particolare o senza aver lasciato traccia di sé in questo mondo. Vivere in questo modo è la via più facile, perché sono gesti e azioni che fanno tutti. La vita va vissuta nel suo vigore, non va sprecata perché dobbiamo realizzare i nostri sogni anche rischiando, perché solo così c’è la piena soddisfazione nella vita.
Può essere pericoloso ed estenuante vivere e “mordere” la vita, perché vuol dire lavorare più duramente di tutti gli altri, ma quando vedi una luce in fondo al tunnel, ti sentirai realizzato per lo sforzo e ti renderai conto che è valsa ogni goccia di sudore versato. La vita è un dono bellissimo, godiamo di ogni momento, mordiamola e solo così potremo dire di aver vissuto veramente.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account