Dal mio punto di vista le emoticon risultano molto comode effettivamente quando scriviamo messaggi o commentiamo qualcosa, sopratutto messaggi indirizzati ad amici o familiari. Ormai sono diventate parte integrante delle nostre conversazioni, tanto che raramente mi capita di inviare messaggi privi di emoticon.
Credo che raramente vengano confuse per il loro significato, ormai vengono utilizzate talmente tanto nella quotidianità che tutti sappiamo bene il significato di ognuna di esse, o almeno per le più utilizzate.
Molto spesso mi capita di inviare o leggere messaggi con semplicemente delle emoticon, quindi sì, tendono a non farci più scrivere, anche risposte semplici, ma comunque ci tolgono l’abitudine di esercitare la lingua italiana.
Si dice che noi giovani non sappiamo scrivere in maniera corretta sopratutto a causa dei messaggi abbreviati e delle emoticon che utilizziamo al posto di scrivere, ma molto spesso leggo messaggi di persone adulte che utilizzano lo stesso linguaggio dei giovani, magari anche in modi ormai superati dai giovani, come le abbreviazioni “xk, nn, bn” per intendere le parole perchè, non e bene. Penso che, comunque, non sempre per tutti i tipi di testi o frasi i si possano utilizzare abbreviazioni o emoticon, quindi dovremmo essere allenti anche a una buona scrittura.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account