Al contrario di ciò che si pensa, la scrittura abbreviata negli sms e sulle applicazioni di messaggistica come whatsapp non è più molto diffusa e utilizzata, nemmeno dai giovani. Ultimamente è molto più comune rispondere a messaggi scritti usando gli interi vocaboli, visto che, con la tecnologia attuale, come il t9, quasi nessun termine risulta lungo da scrivere e, se lo fosse, la differenza di tempo impiegato tra scriverlo e abbreviarlo è davvero minima. Così scrivere messaggi, e-mail o pubblicare un commento su un social diventa soprattutto una buona opportunità per fare pratica con la lingua italiana e un’occasione quotidiana per scrivere qualche frase. Dal punto di vista della pratica, specialmente per quanto riguarda la popolazione più giovane, poter scrivere comodamente con il proprio smartphone rappresenta un ottimo modo per trovare il proprio stile di scrittura. Infatti, grazie anche alla possibilità di aggiungere un sentimento rafforzativo al messaggio tramite emoticons e i tanto discussi punti esclamativi, ognuno può trovare il proprio caratteristico modo di scrivere. Un paio di vantaggi dello scrivere in continuazione su telefoni e dispositivi informatici sono costituiti innanzitutto dal fatto che si possa sbagliare tranquillamente per poi imparare dai propri errori e non ripeterli quando conta; in secondo luogo, dalla necessità di capire ciò che è veramente essenziale scrivere, senza aggiungere informazioni superflue. Insomma, scrivere messaggi e commenti può fungere da palestra per la scrittura, per la fantasia e per la conoscenza dell’italiano. Infatti, sui social e nei messaggi si interagisce virtualmente con gli altri, che con i loro messaggi possono mostrarti aspetti sconosciuti della scrittura, stili diversi e vocaboli nuovi, da cui trarre esperienza e conoscenza. Come tutte le altre lingue parlate attualmente al mondo, anche l’italiano è una lingua viva e in continua evoluzione: inutile criticare la forma parlata e scritta ai nostri giorni, punti esclamativi compresi. In fin dei conti, il linguaggio che sarà ricordato in futuro come quello tipico della nostra epoca, è l’italiano dei social, degli sms e dei messaggi whatsapp!

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account