In Inghilterra , il Ministero dell’Istruzione ha dichiarato guerra al punto esclamativo, con un nuovo diktat diretto a tutte le scuole elementari che ne vieta l’utilizzo. I bambini , infatti , utilizzando social e Whatsapp non sanno più cosa sia la vera scrittura , e usano in maniera inconsapevole il punto esclamativo . Vengono consentite alcune eccezioni: il punto è ammesso in frasi che iniziano con “ how ” o “ what “ . Secondo alcuni ciò è ridicolo dal momento che i bambini dovrebbero essere liberi di sperimentare la scrittura . Io penso che le cattivi abitudini che si hanno sui social quando scriviamo si ripercuotano sulla carta anche se quando invio un sms evito di inserire apostrofi e accenti a eccezione di quelli sulla “ e “ , questo non mi compromette la scrittura . Da piccola invece quando usavo scrivere abbreviato e poi dovevo fare un compito di italiano mi veniva in mente quando scrivevo abbreviato sul cellulare o sulla tastiera . Da ciò posso capire benissimo che dipende dai soggetti . A me non ha mai influenzato la scrittura sui social ma su altri bambini e ragazzi potrebbe avere un effetto diverso .

0
1 Comment
  1. ricanews 5 anni ago

    Hai espresso in modo chiaro la situazione cos

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account