Oramai la nostra generazione è dipendente dall’utilizzo dei social network e da ciò deriva l’assiduo uso delle chat online. Ora tutto è più veloce e immediato, si può scrivere a chiunque di qualunque cosa, semplicemente dal telefono. Tutte queste facilitazioni però in cambio stanno un po’ distruggendo la nostra lingua.
Lo smartphone ci toglie anche la preoccupazione di scrivere correttamente, è tutto automatizzato, i possibili errori grammaticali vengono istantaneamente sistemati; sarà quindi per la pigrizia, per la disattenzione o anche per la nostra personale ignoranza, ma continuiamo a lasciarci indietro accenti, apostrofi e molto altro. Tanto non siamo noi che dobbiamo controllare…
Poi non dimentichiamoci delle abbreviazioni, si fa qualunque cosa pur di risparmiare un po’ di tempo, ora ci siamo messi anche a fare gli sconti sulle vocali. Leggere i nostri messaggi ad alta voce assomiglia sempre di più all’ascolto dei versi di un neonato in fasce.
L’unica evoluzione che invece stanno portando le messaggistiche assillanti sono alcuni neologismi, che rendono la lingua forse un po’ più viva, naturalmente però solo per i teenager.

0
1 Comment
  1. nicotiri 4 anni ago

    Ciao,
    si concordo con il tuo elaborato scritto in modo corretto. Credo comunque che noi giovani dovremmo distinguere quando messaggiamo con i nostri amici da quando ci relazioniamo con gli adulti. In futuro dovremo essere capaci di redarre documenti scritti in modo corretto e saper usare la grammatica che ci hanno insegnato.
    Buon lavoro.

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account