Penso che sia un grave sbaglio quello di utilizzare la propria lingua in modo del tutto sbagliato per colpa di SMS o cose simili.
Odio chi abbrevia durante i messaggi; perché non capisco che motivo ci sia di saltare lettere per accorciare le frasi; non si pagano le parole che sono scritte; non che io scriva in modo elegante e raffinato; ma cerco di formulare delle frasi con un senso compiuto.
Mi sembra una cosa abbastanza inutile sgridare questi bambini per la maniera in cui scrivono l’importante, è sapere che nei testi scolastici non si può utilizzare come pare e piace il punto esclamativo o qualsiasi altra abbreviazione; perché è considerato come un grave errore di ortografia. Queste brutte abitudini secondo me sono causate dall’eccessivo utilizzo di whastapp e altri programmi da parte dei bambini che anziché imparare a scrivere su un quaderno o imparare a leggere da un libro di favole passano la giornata a controllare i messaggi e a rispondere in modo errato.
Finisco dicendo che per rimediare a questa situazione l’unica cosa da fare è insegnare a questi ragazzini l’importanza della loro lingua che va rispettata e seguita e punirli in modo adeguato quando quest’ultima cosa non sia fatta.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account