Il linguaggio di Whatsapp, degli SMS, dei Social rovina o arricchisce la buona scrittura?

Parto col dire che: la maggior parte delle persone che scrivono abbreviato o in modo “strano”, sono i giovani.
Quando si è nell’età dell’ adolescenza, si inizia a parlare un linguaggio facile e a volte anche in codice; come lo si può parlare, lo si può anche scrivere, magari perché fai più veloce oppure, come in questo caso, per moda.
Oggigiorno, la moda dei giovani e di parlare, scrivere e vestire in un certo modo e in una certa maniera.
Non si può dire che rovina il linguaggio, semplifica le parole mettendoci meno tempo a scriverle. Quando si diventa più grandi questo fenomeno diminuisce, perché cresciamo e troviamo questa forma di linguaggio banale. Quindi, questa scrittura non rovina niente ma arricchisce la mente con nuove parole, anche se sono stravaganti.
Non trovo giusto l’abolizione del punto esclamativo in Inghilterra, anche perché serve come punteggiatura e senza punteggiatura, non si ha un discorso corretto grammaticalmente e verbalmente. Sinceramente, non vedo dove stia il problema a scrivere abbreviato o ad aggiungere qualche punto esclamativo in più.
– Secondo voi rovina la buona scrittura?
– Voi scrivete abbreviato?
– Cosa ne pensate dell’abolizione dei punti esclamativi?

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account