In Inghilterra il ministero dell’istruzione ha aggiornato le linee guida per gli insegnanti delle scuole elementari: vietato alle maestre lo stile dei social, in particolare bandito il punto esclamativo, perché i bambini, con i social che esigono un linguaggio più sintetico, non sanno più scrivere in modo corretto. Secondo il ministro inglese, il punto esclamativo può essere ammesso solo nelle frasi che iniziano con how o what. La decisione pare a molti troppo severa nei confronti dello stile dei social network: essi richiedono una comunicazione in tempo reale e ciò é possibile abbreviando alcune parole. Il rischio è che, abbreviando troppo, non si riesca più a capire il senso della frase e, a questo l’inserimento del punto esclamativo aiuta ad interpretare il messaggio inviato, ovviamente senza per questo abusarne. Pubblichiamo ciò che ci succede per condividerlo o per ricordare qualcosa di importante che ci è accaduto e nella foga le abbreviazioni si spiegano; comunque sembra che siano in diminuzioni e gli stessi corrispondenti virtuali spesso si accorgono della grammatica e la sintassi di una frase errata e la criticano. Si profila un miglioramento della scrittura e non il contrario!

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account