Nel mondo super tecnologico in cui viviamo, per un motivo o per un altro, siamo sempre meno spinti alla lettura, eppure, per una volta, i libri hanno vinto.
Quest’anno, infatti, è stato registrato un aumento di vendite, tra ebook e cartacei, dell’ 1.6%: un ottimo risultato considerando che da cinque anni il settore era in crisi. Un dato molto interessante, che fa riflettere e che sono proprio i giovani (dagli 11 ai 19 anni) ad aver dato tale scossone. Quindi, se da una parte molti giovanissimi odiano la lettura vedendola come un’imposizione della famiglia o della scuola, dall’altra ci sono molti ragazzi che comunque amano la lettura e leggono spesso.
D’altra parte, penso che nessuno possa odiare veramente la lettura, ma che, piuttosto, chi non la ama non abbia ancora trovato il libro giusto. Personalmente, sono quel tipo di ragazzo che ama leggere ma non trova mai il libro adeguato o il tempo per leggerlo. I generi che preferisco sono: “il Giallo” poiché descrive storie coinvolgente che ti lasciano senza parole e i generi attinenti allo sport perché è la mia passione. Penso infine che la lettura sia un importante risorsa per l’umanità che la tecnologia non potrà mai sostituire.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account