L’AIE (l’Associazione Italiana Editori) ha pubblicato i dati relativi al mercato dei libri: negli ultimi cinque anni il mercato editoriale italiano è calato costantemente, infatti dal 2011 al 2014 ha perso quasi l’11,5% del proprio valore, passando da 2,15 miliardi di euro a 1,9 (scolastica esclusa), ma nel 2015 si è registrato un piccolo miglioramento perché le vendite di libri sono cresciute dell’1,6% rispetto al 2014.
In Italia si legge ancora poco, infatti nel corso del 2013 solo il 43% della popolazione ha letto un libro, con una netta maggioranza delle donne (49,3%) sugli uomini, che si attestano sul 34,4%.
Secondo i dati dell’Istat le persone che leggono di più in Italia sono i giovani che vanno dagli 11 ai 19 anni.
Altri dati meglio usare significativi si hanno in un altro rapporto elaborato dall’AIE sui dati di IE (Informazioni Editoriali: la società che raccoglie tutti i dati sulla pubblicazione dei libri) sull’aumento del numero di titoli pubblicati. Nel 2015 gli editori hanno pubblicato in Italia 62.250 titoli in formato cartaceo, a cui si aggiungono 56.727 titoli in digitale, un mercato che sembra dunque in espansione dato che nel 2014 i titoli pubblicati erano -3,5%.
I ragazzi, compreso me, amano il genere fantasy.
Molti sono i motivi che ci spingono verso questa scelta, come ad esempio il forte desiderio di evadere dal mondo circostante ed entrare in terre fantastiche che ci permettono di staccarci dai problemi che ci affliggono.
Il genere fantasy ci affascina anche perché stimola la fantasia. Nel momento della lettura c’impersoniamo nel protagonista combattendo guerre contro il male, a colpi di spada o di bacchetta, quasi come nei videogames, con la particolarità di poter plasmare a nostro piacimento l’ambientazione. Non a caso una ricerca condotta dalla compagnia inglese Renaissance Learning sui libri letti negli ultimi tempi dai più giovani conferma che in testa alla classifica si trovano “Harry Potter” e “Hunger Games” due romanzi di genere fantasy!

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account