Quando parlo di un robot penso ad un dispositivo elettronico in grado di fare qualsiasi azione venga richiesta, quindi pulire, stirare, lavare, cucinare… in pratica diventerebbe il nostro servo, il nostro schiavo, sostituendo tutte le nostre azioni. La mia vita con un robot in casa? Sinceramente non so come sarebbe, è ovvio: tutte le azioni che potrei fare tranquillamente sola verrebbero fatte da lui senza nessun problema, ma perché far fare il mio loro ad un robot? E’ vero, da un certo punto di vista potrebbe facilitare la vita, però credo che non mi troverei per niente bene, innanzitutto perché perderei la mia autonomia. Andando avanti nel tempo non riuscirei più a vivere senza il robot che fa tutto per me e ne avrei sempre più il bisogno, e se un giorno me lo dovessero togliere non saprei più che fare, probabilmente non riuscirei nemmeno ad alzarmi per provare a fare le cose da sola, cose che fanno parte della quotidianità. Diventerei incapace di svolgere qualsiasi attività; se oggi faccio tutto sola e pratico regolarmente sport, in futuro con un robot in casa diventerei sempre più pigra, smettendo quindi di fare attività fisica e di compiere tutte le azioni abituali che oggi svolgo tranquillamente. Da sempre siamo stati abituati a rimboccarci le maniche a fare tutto soli, quindi perché cambiare stile di vita?

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2019 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account