Le sette sataniche sono nate nei tempi bui della Chiesa cristiana, quando non vigeva più la parola di Dio ma la corruzione. Nacquero per propagare una dottrina basata sui beni terreni e sull’illuminazione portata da Lucifero, non avevano ancora riti come quelli che noi conosciamo ma la dottrina si basava sui principi dell’ateismo ed era più simile a una corrente filosofica. A queste dottrine, divergenti da quelle della Chiesa, quest’ultima si oppose con drasticità sostenendo che i “satanisti” compiessero sacrifici di esseri umani. Dalle false notizie che giravano gli oppositori ignoranti della Chiesa fecero nascere i riti satanici.
Oggi giorno le sette portano in sé il culto della violenza e si macchiano spesso di delitti molto gravi, quali omicidi o violenze rituali, profanazioni di corpi o di tombe… Si basano infatti principalmente sulla possibilità di ottenere il potere facendo del male e distaccandosi dalla dottrina originale, compiendo atti osceni fini a se stessi quali stupri e nei casi ancor più terribili sacrifici. Spesso le vittime non sono nemmeno consenzienti o ignorano la dottrina che stanno “venerando”; vedono questi riti come la loro unica via di salvezza e frequentemente sono ingannati dagli adepti che inculcano idee menzognere nelle loro menti su ciò che avverrà.
Il fenomeno riesce a prendere piede per la sempre maggiore perdita di valori, di rispetto per gli altri, di condivisione e di senso del dovere. Inoltre il grande vuoto spirituale, la ricerca della “ricetta magica” che risolva in modo facile e veloce i grandi problemi, che sono i problemi della società attuale, quali disoccupazione, salute, ricerca del benessere e dell’apparire, fanno sì che sempre più persone si lascino convincere da false ideologie o falsi stregoni.
Purtroppo però quando ci si lascia attirare e si entra nel giro, magari con un rito di iniziazione, il coinvolgimento e i vincoli che vengono creati rendono anche molto difficile allontanarsi e uscirne, oltre al fatto che le conseguenze psicologiche lasciano un segno difficile da rimarginare. Le grandi e sempre crescenti richieste di aiuto fanno capire quanto il fenomeno sia dilagante e preoccupante e per fortuna vi sono persone come Don Aldo Bonaiuto che concretamente dà sostegno a tutte quelle vittime che vogliono uscirne.

Commenti
  1. paolaaa 7 anni ago

    Ciao, ho trovato il tuo articolo molto interessante e dettagliato. Mi ha colpito il modo in cui lo hai esposto e la chiarezza dell’articolo

  2. federotulo 7 anni ago

    Un articolo scritto molto bene, senza neanche la minima “sporcatura”, con un titolo che colpisce e un’immagine inerente al tema proposto.
    Concordo anch’io col fatto che molti seguaci del satanismo sono vincolati a dottrine terrificanti per una sfiducia totale in valori che loro non riescono a vedere neanche pi

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

    Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2023 osservatorionline.it

    Effettua il login

    o    

    Hai dimenticato i tuoi dati?

    Crea Account