A volte i giovani, spinti dal senso di ribellione, dalla curiosità, dall’incoscienza tipica dell’età, aderiscono alle sette sataniche; la mancata percezione del senso del limite, la convinzione di essere in grado di gestire ogni situazione, il senso di sfida, li portano ad entrare in contatto con periolose realtà. Spesso è la mancanza di ascolto da parte della Chiesa, il senso di smarrimento, a condurli verso altre strade. L’ascolto di certe canzoni, contenenti messaggi subliminali capaci di attecchire nell’inconscio o l’utilizzo di sostanze stupefacenti contribuiscono ad avvicinare gli adolescenti al mondo dell’occulto. Noi sappiamo poco delle sette sataniche: si vocifera di edifici abbandonati in cui avvengono strani fenomeni, si parla di sacrifici di animali. Nelle vicinanze, le leggendarie crudeltà di Ezzelino da Romano sembrano aver gettato cattive sementi. Stando a recenti rilevazioni, gli adepti delle sette sataniche in Italia sono circa 650.000 e di questi il 51% sono donne. Vi sono tra l’altro molte celebrità che ne fanno parte e utilizzano chiari riferimenti diabolici nei loro spetaccoli. Si tratta magari di cantanti di successo, capaci di attirare i giovani.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account