La figura di Satana e, più in generale del demonio, compare per la prima volta molti secoli prima della diffusione della religione Cristiana.
Chiari riferimenti a questo argomento possono essere ritrovati infatti in vari miti diffusisi soprattutto nella zona del Medio-Oriente, in particolare in Egitto e in Mesopotamia.
Questo fascino che il satanismo ha da sempre esercitato sulla gente comune e che ha spinto molte persone ad avvicinarcisi si è diffuso ed anzi, è addirittura incrementato ai giorni nostri.
Ma perché tutto ciò che riguarda Satana e il demonio attira cosi tanto gli uomini?
Moltissimi studiosi hanno provato a rispondere a questa domanda elaborando teorie su teorie e non hanno ancora trovato una soluzione.
A mio modo di vedere le cause di questa “attrazione” sono principalmente due e sono strettamente collegate tra di loro.
La prima è sicuramente il senso di incompletezza che perseguita l’uomo fin da quando è comparso sulla Terra, la seconda è l’incertezza, l’insicurezza e la mancanza di punti di riferimento.
Molto spesso infatti, le persone che si uniscono a queste sette sono coloro i quali hanno difficoltà, economiche, familiari, o di qualsiasi altro genere siano.
A volte infatti, quest’ultimi si sentono abbandonati da coloro che li dovrebbero aiutare e cercano una consolazione e un aiuto all’interno di questi gruppi che li accolgono tra loro.
Questa interpretazione spiegherebbe anche il motivo per cui il numero di “iscritti” a queste sette è aumentato esponenzialmente negli ultimi anni.
Con la crisi che ha colpito praticamente tutto il mondo infatti, molte persone avendo perso il lavoro o essendosi trovate in varie difficoltà non solo economiche, poiché non sono riuscite ad uscirne hanno deciso di provare a trovare una specie di “scappatoia” per uscire in qualche modo per qualche ora da una realtà cosi oppressiva.
Purtroppo però, la maggior parte delle persone che entrano a far parte di questi gruppi non hanno ben chiaro ciò che si fa all’interno di quest’ultimi.
Tra le varie tipologie di sette infatti, quelle sataniche sono generalmente considerate le più pericolose soprattutto a causa del carattere negativo che deve contraddistinguere ogni componente e le pratiche ritualistiche di morte che alcune di esse mettono in atto.
Al telegiornale, ad esempio, sono molto spesso trasmesse notizie di omicidi e sacrifici umani compiuti da queste sette che sacrificano vite umane alle loro divinità.
In particolare, ha fatto molto scalpore in America la confessione di Miranda Barbous che ha ammesso di aver ucciso circa venti persone per conto di una setta e la ragazza è solamente 19enne.
C’è da dire però, anche che molto spesso questi gruppi vengono accusati ingiustamente di crimini che non hanno commesso e molti criminali affermano di essere affiliati ad uno di questi magari pere uno sconto sulla pena.
In conclusione comunque, credo che queste sette siano sicuramente un fenomeno da combattere ma che, per limitarle bisognerebbe avere un occhio di riguardo ed aiutare coloro che si trovano in difficoltà per prevenire queste conseguenze.

0
Commenti
  1. martinamaida 5 anni ago

    Partendo dal titolo, trovo che sia adatto a ci

  2. akinom 5 anni ago

    Parto dal principio: l’articolo mi piace,

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account