Le sette sataniche, satanismo e tutto ciò che è ad esso legato ovviamente sin dall’antichità è stato considerato qualcosa di pauroso e da evitare addirittura di poterne parlarne. Oggi nella società in cui viviamo bisognerebbe affrontare di più il problema perché ciò che si conosce e si ritiene pericoloso si può allontanare. Parlarne attraverso i vari mezzi di comunicazione, a scuola, farebbe si che l’argomento è conosciuto, perché no, studiato e affrontato insieme dalle famiglie, dagli studiosi in modo serio, scientifico e soprattutto chiaro. Si perché noi parliamo di sette sataniche senza saper che cosa sono e quali pericoli possono indurci. In tal modo noi giovani possiamo capirne il significato e non cadere in queste che sono delle vere e proprie trappole, preparate con grande ingegno da uomini malvagi e senza scrupoli che usando qualsiasi mezzo possono indurci al male per poi ad avere grandi difficoltà per uscirne. La cosa migliore è comunque quella di essere sempre svegli e ben accorti di tutto ciò che ci circonda e che avviene intorno a noi, di non abbassare mai la guardia perché quello potrebbe essere il momento migliore per cadere nelle tentazioni delle persone che potrebbero farci del male.

0
0 Commenti

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account