Fin dall’epoche più antiche si sono sempre state temute identità come streghe, donne bellissime o con una semplice passione per la medicina. Certamente a quei tempi spiegare malattie come isteria o schizofrenia non era affatto scontato, basti pensare anche alla disperazione nel vedere il proprio figlio maledetto e talvolta ucciso per forme di handicap fisici, spesso genetici.
Sembra impossibile crederci ma tutt’ora i media cercano di spaventarci con fenomeni paranormali, come la serie televisiva “mistero” dove compaiono U.F.O, case stregate di tanto in tanto complete di voci spaventose e effetti speciali, oppure di luoghi sotterranei dove certi individui dicono di professare la magia. La vera domanda è: dobbiamo lasciarci intimidire e credere a tutto ciò che ci viene mostrato oppure sforzarci di trovare una spiegazione logica ovunque si possa? Evidentemente tanti sceglierebbero la prima opzione, ma quelli dotati di buon senso ammetterebbero sicuramente che tutte queste anomalie sono semplice frutto del pensiero umano. Non siamo più ai tempi in cui Gargoyle e bestiari fungevano da spaventa passeri per terrorizzare i poveri esseri umani perseguenti quell’epoca di superstizioni.
Non bisogna lasciarsi spaventare da quei fanatici, forse pazzi, eretici che vogliono dar contro al l’unità di un Paese come il nostro. Preserviamo le nostre tradizioni senza farci condizionare.

0
1 Comment
  1. hanaa 5 anni ago

    Ciao clensing!
    Sono rimasta un po’ perplessa leggendo il tuo articolo, sei completamente fuori tema, anche se non sembra in un primo momento, e non hai trattato l’argomento assegnatoci.
    Il titolo poi non si collega in alcun modo con l’articolo…
    Penso proprio che avresti dovuto impegnarti di pi

Lascia un commento

CONTATTACI

Hai una domanda? inviaci una e-mail e ti risponderemo al più presto.

Il Quotidiano in Classe è un'idea di Osservatorio Permanente Giovani-Editori © 2012-2020 osservatorionline.it

Effettua il login

o    

Hai dimenticato i tuoi dati?

Crea Account